Questo blog è gestito da un fedele laico che stima la vita contemplativa delle claustrali. Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com

Visualizzazioni totali

mercoledì 2 luglio 2014

Suore di clausura Rimini

Alle donne di Rimini che cercano un buon monastero di suore di clausura in cui iniziare un discernimento vocazionale consiglio di contattare le Monache Visitandine. La vita religiosa contemplativa è semplicemente meravigliosa! Ti consiglio di contattare un monastero al quale chiedere di poter fare un'esperienza vocazionale e vedere coi tuoi occhi in cosa consiste la vita monastica. Se non sai in quale monastero andare, ti consiglio di contattare l'Ordine della Visitazione (Monache Visitandine) fondato da San Francesco di Sales. Le donne attratte dalla spiritualità visitandina basata sull'umiltà verso Dio e sulla dolcezza verso il prossimo, le quali desiderano mettersi in contatto con le Monache Visitandine di Baggiovara (Modena) per chiedere di poter fare un'esperienza vocazionale in monastero, possono contattare le religiose scrivendo al loro indirizzo di posta elettronica:   monvisit@virgilio.it

Tempo fa ho consigliato a una donna in discernimento vocazionale di fare un'esperienza di vita monastica presso il monastero delle Visitandine di Baggiovara. Ecco la sua entusiasta testimonianza della gioia che ha provato in monastero.


Caro D.,
                volevo tanto ringraziarti per l'indicazione del Monastero della Visitazione di Baggiovara!!! Sono da poco rientrata da una settimana di ritiro presso di loro. Mi risulta molto difficile esprimere a parole la bellezza dell'esperienza che ho vissuto tale è stata l'intensità...

Mi sono sentita accolta dalle sorelle come in un'amorevole famiglia dove regna l'amore, l'armonia e la dolcezza. Avevo l'impressione di essere li con loro da sempre. Madre Maria Daniela, l'abbadessa, è di una forza straordinaria, non ho mai visto in nessuno tanta energia unita a tanta carità e umiltà umana e spirituale. L'energia e la purezza di una bambina unita alla sapienza di un profondo conoscitore dell'animo umano. Per non parlare di Suor Paola e Suor Maria Serena, dolcissime! E le sorelle più anziane lasciano letteralmente stupiti e senza parole per la gioia e la serenità che trasmettono...

Il silenzio del luogo ma soprattuto quello che solo lì si riesce a creare entro se stessi fa percepire la reale presenza e l'amore del buon Dio. Questa esperienza mi ha insegnato a pregare, mi ha permesso di dedicare molto tempo alla preghiera ed alla meditazione e ad avvicinarmi di più al Signore. Farò sicuramente tesoro di questa esperienza affinché mi illumini e mi faccia con più chiarezza comprendere qual è la strada che il Signore ha previsto per me...

Non è facile decidere di lasciare tutto per abbracciare questo tipo di vita in modo fedele, cioè per sempre. Comunque desidero proseguire la ricerca in questa direzione e di sviluppare il più possibile la spiritualità perché sento che solo attraverso essa è possibile raggiungere la vera gioia e la pace.

Un caro saluto in Gesù e Maria,

(lettera firmata)


Cara sorella in Cristo,
                                        ho letto con molto piacere la tua entusiasta testimonianza dell'esperienza vocazionale che hai fatto presso la Visitazione di Baggiovara. Sono davvero contento che ti piace la vita monastica e che apprezzi molto il silenzio che regna in monastero, perché hai compreso che esso aiuta l'anima a raccogliersi interiormente e ad elevarsi ai pensieri delle cose celesti, che sono quelle che contano davvero nella vita.

La spiritualità dell'Ordine della Visitazione mi piace tanto, perché è basata sull'umiltà verso Dio e sulla dolcezza verso il prossimo. Se un cristiano non è dolce e caritatevole col prossimo, non è un esemplare seguace di Gesù.

Spero tanto che tu sia stata prescelta da Cristo Re per divenire sua sposa abbracciando la vita consacrata in un monastero fervoroso e osservante. Che grande grazia poter divenire sposa del Re del Cielo!

Approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali saluti in Gesù e Maria,

Cordialiter